arrow_upward
arrow_back
Torna alla panoramica

Da parcheggio a centro di mobilità

Per consentire una transizione sostenibile della mobilità, le varie offerte di mobilità devono essere collegate per alleggerire il traffico e consentire il passaggio a forme di mobilità più sostenibili. Per questo sono necessari hub che riuniscano il mix di mobilità: Hub di mobilità. Ma dove possono essere creati questi hub di mobilità e come possono essere utilizzati?

27
.
05
.
2024
.
.
-
Tempo di lettura
minuti
Contenuti

Centri urbani congestionati: è necessario un cambiamento in termini di mobilità sostenibile. Di quali infrastrutture abbiamo bisogno?

La mobilità intelligente ha bisogno di infrastrutture 

La rivoluzione della mobilità è in pieno svolgimento: i veicoli elettrici e il car sharing stanno cambiando il volto del trasporto urbano. Questi concetti pongono nuove esigenze alle infrastrutture, a causa della crescente necessità di stazioni di ricarica elettronica e di parcheggi. Lo spazio sta già diventando scarso. Le auto parcheggiate ai lati della strada danneggiano i pedoni e i ciclisti e la mancanza di parcheggi porta il traffico a cercare posti auto, inquinando l'aria e l'ambiente.
Per consentire una transizione verso una mobilità sostenibile, le varie opzioni di mobilità devono essere collegate per alleviare la congestione del traffico e consentire il passaggio a forme di mobilità più sostenibili.
Ciò richiede hub che riuniscano il mix di mobilità, composto da micromobilità, car sharing, stazioni di ricarica elettronica, parcheggi e altre offerte: Hub di mobilità.
Ma dove possono essere creati questi hub di mobilità e come possono essere utilizzati?

Da parcheggio a centro di mobilità

Gli hub della mobilità, concepiti in modo olistico, costituiscono dei punti di snodo per i parcheggi, i modelli di condivisione e il trasporto pubblico. Ciò consente di combinare in modo flessibile diversi utilizzi. Questo crea le basi per un maggior numero di flotte di micromobilità e per un miglioramento dell'infrastruttura di ricarica delle auto elettriche.

Lo spazio già scarso dei centri urbani raramente consente la creazione di nuove aree che possano rappresentare tali hub di mobilità. Ma non è nemmeno necessario, perché grazie all'uso efficiente dello spazio esistente, questi hub di mobilità possono essere creati senza grandi progetti infrastrutturali. 

La gestione intelligente dei parcheggi può creare un hub di mobilità da ogni posto auto, adattato alle esigenze dell'area circostante.
La chiave sarà la digitalizzazione dell'amministrazione dei parcheggi: Ad esempio, i parcheggi vuoti dei supermercati e degli uffici - precedentemente bloccati da barriere - possono essere resi disponibili al di fuori dell'orario di lavoro e in futuro servire a collegare diverse offerte di mobilità all'interno e all'esterno della città.

Gestione intelligente dei parcheggi

La domanda sul mezzo di trasporto non è più solo: "Auto o treno?". Le forme di mobilità stanno diventando più flessibili: l'hub di mobilità viene raggiunto in auto, il viaggio successivo viene effettuato con la S-Bahn e l'ultimo tratto viene percorso con un e-scooter o a piedi. A tal fine è necessario collegare i processi di prenotazione e pagamento dei diversi fornitori. Questo vale per il parcheggio, il trasporto pubblico e, ad esempio, lo scooter.
Ciò può essere reso possibile da parcheggi intelligenti e privi di barriere architettoniche con riconoscimento delle targhe. Come funziona? Ad esempio, il riconoscimento delle targhe rileva i veicoli che entrano ed escono dal parcheggio e confronta automaticamente il processo di parcheggio con il biglietto del trasporto pubblico memorizzato nel sistema, saldando il conto. I pendolari possono pianificare facilmente i loro spostamenti. Il traffico urbano è alleggerito.
Ciò consente anche di integrare i modelli di condivisione. Laddove in precedenza le flotte di car sharing dovevano fermarsi davanti a barriere chiuse, la tecnologia di parcheggio senza barriere consente di utilizzare più posti auto per il car sharing. 

Informazioni di base: Tecnologia di parcheggio digitale e senza barriere

Per abilitare gli hub di mobilità, è necessario un sistema che colleghi i diversi servizi di mobilità in modo da rendere semplice l'esperienza dell'utente. Ciò è possibile grazie a sistemi basati sul controllo delle targhe senza barriere di parcheggio. I sistemi di parcheggio intelligenti, che combinano un hardware minimo e un software basato su cloud, rappresentano digitalmente l'intero processo di parcheggio e consentono un controllo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 del posto auto. Le classiche barriere, i sensori, il personale di controllo e i biglietti cartacei non sono più necessari. 

Quando si entra e si esce dal parcheggio, le targhe vengono registrate in conformità con il DSGVO. Il software viene eseguito in background e collega i processi di parcheggio e di pagamento.

In questo modo i gestori dei parcheggi non devono sostenere costi enormi per l'acquisto e la manutenzione della tecnologia di parcheggio, perché i sistemi di parcheggio digitali sono più economici e meno soggetti a manutenzione, in quanto solo lo scanner delle targhe deve essere installato in forma analogica. È robusto ed è montato a diversi metri di altezza dalla carreggiata, il che lo protegge anche da atti di vandalismo. Il servizio di manutenzione 24 ore su 24, 7 giorni su 7, necessario per le aree di parcheggio recintate, non è più necessario. 

A differenza dei sensori di parcheggio convenzionali, la tecnologia di parcheggio basata sul riconoscimento delle targhe consente di monitorare al massimo i tempi di sosta e di identificare direttamente le infrazioni, eliminando la necessità di pattugliare l'area.

I parcheggi non possono più essere considerati in modo isolato, ma devono essere integrati come componenti nei concetti di mobilità digitale. 

L'integrazione di partner per il pagamento dei costi di parcheggio tramite app, per l'utilizzo di modelli di car sharing o per il noleggio di un e-scooter per il viaggio successivo nel centro città si affermerà sempre più come standard. Questi requisiti devono essere soddisfatti dalla tecnologia dei parcheggi, che è l'unico modo per creare hub di mobilità senza imporre un grande onere finanziario ai governi federali e statali. 

Perché la mobilità sostenibile non può essere semplicemente decretata: deve convincere attraverso un'offerta a misura di cliente e un uso intelligente delle risorse disponibili!


La start-up Peter Park System GmbH, con sede a Monaco di Baviera, ha affrontato la rivoluzione della mobilità e consente la digitalizzazione dei parcheggi. Grazie al software di gestione intelligente dei parcheggi e al riconoscimento automatico delle targhe per le città e gli operatori privati, i processi di parcheggio sono privi di carta e di barriere. I picchi di traffico all'entrata e all'uscita dei parcheggi P+R sono alleggeriti dal flusso senza barriere. I dati di traffico e di utilizzo appena acquisiti forniscono gli approfondimenti necessari per progettare offerte di mobilità e di servizi in base alla domanda.

Fissa subito un colloquio con il nostro team di esperti

Analisi senza impegno del potenziale del tuo parcheggio
Risposte a tutte le tue domande
Tutte le informazioni sulla nostra soluzione di sistema conforme alla protezione dei dati
Organizzate una consulenza con il nostro team di esperti
Chiamateci

Peter Park per i vostri parcheggi

Saremo lieti di consigliarvi sulle possibilità di gestione digitale dei parcheggi.